Salute

Quanto costa la sanità privata? I vantaggi della polizza salute

Quanto costa la sanità privata?

In Italia liste d’attesa da incubo

Su queste stesse pagine ho già parlato in passato delle lunghissime liste d’attesa della sanità pubblica italiana. Basti pensare al fatto che lo stesso Ministero della Salute, nel 2020, aveva dichiarato che i tempi di attesa media in Italia erano di oltre 46 giorni. Ora sono arrivati dei dati più aggiornati, i quali – lo anticipo subito – stanno spingendo molti cittadini a domandarsi quanto costa la sanità privata, alla ricerca quindi di soluzioni alternative rispetto al servizio pubblico. Sulla qualità della servizio in realtà non ci sono grandi dubbi: stando al sondaggio realizzato da Quorum/YouTrend per Sky TG24, infatti, ben il 53% degli intervistati è d’accordo con l’affermazione “la sanità italiana è tra le migliori al mondo”. Il problema però arriva per l’appunto nel momento in cui si parla delle liste d’attesa: nel 2023 circa il 64% degli intervistati ha infatti atteso più di 3 mesi per una visita con il Servizio Sanitario Nazionale. Ecco che allora circa la metà delle persone che hanno affrontato questo ostacolo ha scelto di rivolgersi alla sanità privata, soluzione scelta complessivamente dal 30% della popolazione italiana. Va peraltro detto che il 16% delle persone che hanno deciso di mantenere la prenotazione “lontana” con il servizio pubblico, alla fine, ha rinunciato alla prestazione stessa. E c’è di più: un intervistato su 5 ha ammesso di essersi dovuto spostare in un’altra regione per avere le prestazioni sanitarie necessarie.

Da, qui, per l’appunto, nasce quasi istintiva la domanda: quanto costa la sanità privata? E in che modo è possibile ridurre i suoi costi per mezzo di una polizza salute mirata?

Quanto costa la sanità privata? Esempi di tariffe

Come dimostrato dallo studio visto qui sopra, sono davvero tanti gli italiani che, soprattutto per non dover affrontare lunghissime liste di attesa, si rivolgono a delle cliniche private. Pur sapendo che in Italia il Sistema Sanitario Nazionale garantisce l’accesso a tutti per via del diritto alla salute, riportato nella Costituzione Italiana, di fronte ad attese di settimane o mesi questa è l’unica via praticabile. Non stupisce allora che, come riportato da ISTAT, negli ultimi 10 anni il ricorso alla sanità privata sia cresciuto del 4%.

Ma quanto costa la sanità privata nel concreto? Dare una risposta esatta non è facile, poiché i prezzi cambiano in base alla prestazione, alla clinica e vai dicendo. Ciononostante esistono delle tariffe di riferimento che possono essere usate come delle pietre miliari per orientarsi tra i prezzi della sanità privata. In uno studio pubblicato durante la scorsa estate, l’associazione dei medici dirigenti Anao -Assomed ha portato infatti queste cifre:

  • In caso di ricovero, il prezzo può salire fino a 1.278 euro al giorno, variando in base alla complessità dell’assistenza necessaria;
  • Un’ora di sala operatoria costa circa 1.200 euro;
  • La degenza in un reparto chirurgico costa circa 600 euro al giorno;
  • La degenza in un reparto di medicina costa circa 400 euro al giorno;
  • Il ricovero ordinari post acuzie (dopo la fase acuta di una malattia) costa circa 165 euro al giorno;
  • Una colecistectomia (asportazione della cistifellea) laparoscopica semplice costa 3.300 euro;
  • Una check-up cardiologico con mammografia per una donna al di sopra dei 40 anni può costare circa 775 euro;
  • Un check-up cardiologico per un uomo al di sopra dei 40 anni costa circa 395 euro.

Quanto costa una polizza salute per le spese mediche?

Ci siamo quindi fatti un’idea di quanto costa la sanità privata. Vista la tendenza sempre più diffusa nel rivolgersi in questa direzione, per via delle performance tutt’altro che brillanti a livello di tempistiche della sanità pubblica, è bene farsi due conti in tasca, e prendere seriamente in considerazione l’idea di stipulare una polizza salute capace di coprire le spese mediche che si potranno avere in futuro presso dei centri medici privati. Di certo non è bello fare previsioni riguardanti le necessità mediche future, ma è bene sapere che anche i semplici controlli e le visite regolari possono essere costosi presso la sanità privata (si è visto qui sopra l’esempio del check-up cardiologico) e molto lontani nel tempo con la sanità pubblica.

Ecco che allora, per l’appunto, sapere quale può essere il costo di una polizza salute diventa molto importante. È bene quindi sapere che i costi delle assicurazioni sanitarie variano in base all’età, allo stato di salute, alle coperture richieste, e via dicendo. Per avere però un valore di riferimento, è possibile dire che una polizza salute per un uomo di circa 40 anni può costare circa 90 euro al mese, ovvero praticamente circa 3 euro al giorno: pensando che il costo medio di una colazione al bar con cappuccio e cornetto è attualmente della stessa cifra, si capisce quanto possa essere conveniente una polizza salute di questo tipo. Ma quali sono le coperture che si trovano effettivamente all’interno di un’assicurazione sanitaria?

La possibilità di avere un’assicurazione salute personalizzata

Sta proprio qui il bello: affidandosi a un consulente assicurativo esperto è possibile comporre la propria polizza salute personalizzata, pagando quindi unicamente le coperture che si desiderano avere. L’esempio fatto sopra, dei 3 euro al giorno, è per esempio relativo a una polizza salute comprendente una protezione per spese mediche in caso di ricovero in Italia e all’estero, sia per malattia che per infortunio, comprensiva però anche di visite specialistiche e accertamenti diagnostici, anche in assenza di ricovero; e non è tutto qui, in quanto l’ipotetico quarantenne di cui sopra, sempre dentro ai già citati 3 euro al giorno, avrà anche un’indennità per ogni giorno di ricovero, per malattia e infortunio, nonché una diaria per il successivo periodo di convalescenza. Come a dire: con 3 euro al giorno si può contare su una già ottima polizza di salute, piuttosto completa. Questo sapendo che ci possono essere altre coperture da inserire nella propria assicurazione sanitaria, in base per esempio al proprio stile di vita o alla propria professione. Penso per esempio all’invalidità permanente da infortuni, che prevede un capitale in caso di invalidità permanente da infortunio, o la medesima protezione non più per l’infortunio, quanto per la malattia.
Abbiamo visto quanto costa la sanità privata, e abbiamo visto quali sono i premi delle polizze sanitarie capaci di assicurare di volta in volta le migliori e più tempestive cure, senza dover cioè risparmiare sulla propria salute. Vuoi costruire un’assicurazione sanitaria su misura? Contattami telefonicamente oppure via email, e resta informato seguendomi sui mie profili FacebookInstagram o LinkedIn!

Articoli correlati