Salute

Investire nella tua salute: ecco perché conviene

investire nella salute

Tempo di lettura: 4 minuti

Investire nella salute: funziona anche a livello nazionale

Cosa c’è di più importante del benessere? Cosa c’è di più centrale rispetto alla nostra salute e a quella dei nostri cari? Semplificando al massimo, tutto dipende da come ci sentiamo a livello fisico ed emotivo. Stare bene significa infatti essere capaci di organizzare al meglio la nostra vita quotidiana, di lavorare, di produrre, di occuparci dei nostri cari, di coltivare i nostri passatempi, di affrontare le sfide quotidiane come quelle eccezionali. Lo dico sempre: investire nella tua salute è il migliore affare che tu possa fare, perché il benessere è alla base di tutto il resto. Il bello è che il cavallo di battaglia della “salute come investimento” esiste anche a livello nazionale, in relazione alla sanità pubblica. Un rapporto Censis commissionato dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici e pubblicato pochi mesi fa, per festeggiare i 45 anni del Servizio sanitario nazionale, ha infatti dimostrato che per ogni euro investito nello Snn se ne generano quasi 2. Come a dire: investire nella salute è davvero premiante a tutti i livelli! Peccato che i sostenitori degli investimenti del Servizio Sanitario italiano rimangono costantemente inascoltati, anno dopo anno, Bilancio dopo Bilancio, con i pochi quattrini a disposizione che vengono puntualmente dirottati altrove. Proprio per questo è importante, per ogni cittadino, imparare a investire nella propria salute personalmente . Vediamo come!

Perché investire nella tua salute è il miglior investimento

Mantenersi in salute, ovvero prendersi cura di sé stessi, vuol dire assicurarsi un futuro migliore. Pensiamo a cosa vuol dire per esempio restare in forma e mantenere un sistema immunitario forte, capace quindi di evitare l’arrivo dei più diversi acciacchi, dalle infiammazioni all’artrosi, dall’ipertensione ai dolori articolari. Ma pensiamo anche a qualcosa di molto più semplice, ovvero per esempio alla tipica influenza invernale: con un sistema immunitario vivace si ha più probabilità di non venire contagiati, o di cavarsela tutt’al più con un lieve raffreddore, così da non perdere giornate lavorative, da non dover rinunciare a delle uscite in compagnia o in famiglia, a delle attività sportive. E pensiamo anche al fatto che non incappare in un’influenza vuol dire anche risparmiare su sciroppi, aerosol, antifinfiammatori e via dicendo. Pensa a quanto investire nella tua salute oggi può permetterti di risparmiare domani, a livello di esami, di visite specialistiche, di medicine, di assistenza media!

Le caratteristiche di una polizza sanitaria

Come anticipato, il Sistema Sanitario Nazionale, per quanto sicuramente migliore rispetto a quello di altri Paesi, presenta delle pecche evidenti, a partire dai famigerati ritardi nelle prestazioni sanitarie. Sì, perché molto spesso chi prenota esami, visite specialistiche o persino interventi si trova costretto a dover aspettare settimane o mesi, anche a fronte di reali emergenze: si pensi che in Basilicata solamente il 13,3% delle operazioni per il tumore alla prostata vengono realizzate entro i 30 giorno dalla diagnosi, ovvero entro il limite massimo predefinito; o si pensi al fatto che talvolta per una semplice ecografia è necessario aspettare più di un anno, con liste di attesa lunghe fino a 300 giorni anche per delle semplici visite dermatologiche. Affidarsi alla sanità pubblica, in molti casi, vuol dire quindi non investire nella tua salute, non avere la possiblità di curarsi al meglio e in tempo.
Non stupisce quindi che sempre più persone decidano di rivolgersi alla prestazioni sanitarie private, per abbreviare in modo drastico i tempi di accesso alle prestazioni mediche necessarie. E certo, la sanità privata costa: grazie a una polizza sanitaria, però, è possibile aver il rimborso delle spese mediche che si è costretti ad affrontare. Ma cos’è una polizza sanitaria, in breve? Si tratta di un contratto che prevede il rimborso delle spese mediche in caso di malattia o eventualmente di infortunio, siano questi trattamenti di urgenza, ricoveri ospedalieri o altre voci di costo. Si tratta quindi di un prezioso strumento che va a integrare l’assistenza sanitaria pubblica, così da avere la certezza di avere sempre il meglio per la propria salute e per quella dei propri cari.

I vantaggi di una polizza sanitaria

Come si può comprendere, stipulare una polizza sanitaria è un ottimo modo per investire sulla tua salute; va specificato che esistono diverse tipologie di polizze, che presentano diverse coperture. Una polizza base va tipicamente a coprire le spese relative ai ricoveri in ospedale, agli interventi chirurgici ambulatoriali, ai percorsi di riabilitazione, all’acquisto di farmaci. Ci sono poi le varie garanzie accessorie, come per esempio il risarcimento di spese relative a malattie gravi, a visite specialistiche, a esami di alta diagnostica, o alla fornitura di un’indennità giornaliera per i periodi di convalescenza. Chi possiede una polizza sanitaria può avere diversi vantaggi, come:

  • Il vantaggio di eliminare a monte le lunghe liste d’attesa del Servizio Sanitario Nazionale, con la possibilità di rivolgersi alla sanità privata “a cuore leggero”;
  • La possibilità di vedere rimborsate le spese mediche che non risultano essere coperte dallo SSN;
  • Nel caso di accesso a delle strutture convenzionate con la propria compagna assicurativa, nessuna necessità di anticipare le spese mediche;
  • La possibilità di scegliere la struttura presso la quale effettuare trattamenti, interventi o esami, così da avere il meglio per la propria salute;
  • Il vantaggio di usufruire di controlli periodici, fissati in base all’età e allo stato di salute;
  • La possibilità di estendere la copertura e quindi i vantaggi all’intero nucleo familiare.

Conclusioni

Lo ripeto: investire nella tua salute è il miglior investimento che tu possa fare, per il tuo benessere presente e futuro, come per quello della tua famiglia. Il problema è che, purtroppo, chi “sta bene” tende a non pensare a quelli che potrebbero essere i problemi futuri in caso di malattia. Come scrisse già nell’Ottocento Daniel Drake, “la salute è quel qualcosa di intangibile per la quale la gente spende con riluttanza il minimo indispensabile per mantenerla, ma per la quale spenderebbe fino all’ultimo centesimo per riconquistarla una volta che l’abbia perduta”. È una triste quanto innegabile verità, che trova conferma ogni giorno. Vuoi investire nella tua salute, per assicurare un futuro di benessere a te e alla tua famiglia? Contattami: ti aiuterò a individuare la migliore polizza assicurativa sanitaria. E non dimenticarmi di seguirmi sui social, ovvero su FacebookInstagram o LinkedIn!